Loading...

Tra il Dire e il fare c’è di mezzo Rodari

Oggi, per la giornata dedicata al libro, dalla Biblioteca Grazia Deledda di Ponticelli con alunne e alunni del 48imo Madre Claudia Russo e del liceo Calamandrei, il progetto “Rodare… la fantasia”dedicato ad uno dei maestri più amati d’Italia, Gianni Rodari che ha insegnato a generazioni di maestre e maestri a coltivare la fantasia e il pensiero divergente dei propri studenti. Hanno organizzato e partecipato al seminario, nell’ambito del progetto sostenuto da Siae e Mibact, la scuola Madre Claudia Russo-Solimena e le associazioni partner Sepofà – Seminare le Politiche del Fare , Associazione “Leggere per” , @La bottega delle parole, @Articolo 3 e per l’Ente locale l’assessora alla scuola della VI municipalità Patrizia Sannino e l’Assessora all’istruzione, cultura e turismo Annamaria Palmieri (che hanno patrocinato come istituzioni l’intero percorso),Marco Danè, maestro e allievo di Gianni Rodari che ha consegnato ai partecipanti uno splendido ricordo della inventiva e capacità rodariana di istillare curiosità e creatività nelle menti in crescita. “Ho visto il verbo correre….che vi suggerisce?eh, non sta mai fermo, ci si possono fare tante cose…”Un metodo, quello della conoscenza e dell’esplorazione, usato anche dai bambini che hanno mostrato le loro produzioni, recitazione e disegno delle poesie, e dagli studenti del Calamandrei che hanno lavorato sulla diversità e sulla fragilità e sulla cittadinanza insieme ai più piccoli nell’ambito dei propri percorsi di PCTO.Bello l’invito che ci viene dall’incontro e dalle parole poetiche scelte dai bambini delle diverse classi: tra queste la “speranza”, con cui ci piace accompagnare la fase difficile che stiamo vivendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *